Il mio contatto
Seleziona luogo

Dopo aver selezionato il codice postale, vi assegneremo immediatamente il personale di riferimento per l'assistenza.

Macchine per stampaggio a iniezione

È difficile immaginare un mondo senza plastica: dalle penne ai tappi per bottiglie, dai secchi della spazzatura ai paraurti della vostra auto - ci sono componenti in plastica di ogni forma e colore ovunque, nella vita di tutti i giorni. Queste parti in plastica di solito vengono prodotte tramite stampaggio a iniezione. Lo stampaggio a iniezione è uno dei cosiddetti processi di formatura, con cui cioè un materiale iniziale amorfo assume specificamente una forma particolare. La base delle parti in plastica stampate a iniezione solitamente è un granulo di plastica. I granuli, inizialmente solidi, vengono riscaldati e iniettati a pressione dentro uno stampo. Tuttavia il processo è più complesso di quanto possa sembrare in un primo momento. Questo perché il prodotto finito deve corrispondere il più precisamente possibile alle specifiche rilevanti riguardanti il colore, le misure e la superficie, e allo stesso tempo esso deve essere il più possibile duraturo e di alta qualità. La prima macchina a funzionare con questo principio è stata prodotta nel 1919 per la lavorazione dell'acetato di cellulosa morbido.

Assemblaggio di una macchina per stampaggio a iniezione della plastica  
Base della macchina, unità di iniezione, gruppo di chiusura - Come è fatta la macchina per lo stampaggio a iniezione della plastica?

Le macchine per stampaggio a iniezione sono generalmente composte da tre unità: base della macchina, unità di iniezione e gruppo di chiusura. I sistemi di catene portacavi e i cavi igus® altamente flessibili possono assicurare elevati tempi di mantenimento in tutte le unità della macchina per lo stampaggio a iniezione della plastica. Soprattutto in applicazioni caratterizzate da generazione di calore ed elevata dinamicità, le catene portacavi proteggono cavi e tubi.
 

1

Catena portacavi, vari cavi come cavi di trasmissione dati e media nell'unità di iniezione

2

Catena portacavi, diversi cavi nell'unità "picker"

3

Guide lineari in porte scorrevoli del gruppo di chiusura

4

Catena portacavi, vari cavi come cavi di trasmissione dati e media nel gruppo di chiusura

5

Base della macchina

La base della macchina è il basamento o la fondazione della macchina. Essa ospita gli armadi elettrici, e, a seconda della macchina, vi si può integrare anche una trasmissione. Le altre unità che spesso possono anche muoversi sono posizionate sulla base della macchina.

La parte iniziale del processo originario di formatura avviene nell'unità di iniezione. La plastica viene riscaldata e liquefatta. Questo avviene nella cosiddetta vite.

Il gruppo di chiusura è lo strumento che determina la forma del prodotto in plastica. È chiamato gruppo di chiusura perché la fornitura del materiale dall'unità di iniezione può essere aperta o chiusa durante il funzionamento. Nel gruppo di chiusura vi sono due piastre di montaggio (una fissa e una mobile) e una piastra frontale. Queste piastre sono fissate verticalmente su un asse.

Come funziona una macchina per stampaggio a iniezione della plastica?

Prima di tutto la macchina per lo stampaggio a iniezione viene preparata, cioè viene dapprima riempita con il materiale (granuli di plastica), e quindi dotata dello stampo rilevante. Lo stampo determina quale prodotto in plastica viene creato ed è sostituibile. Pertanto una macchina per lo stampaggio a iniezione della plastica in pratica può produrre un numero illimitato di parti diverse.
 
Quando la macchina è in funzione, la vite ruota, e così facendo muove i granuli di plastica verso la parte anteriore della macchina, dove essi vengono riscaldati nel cilindro fino allo stato liquido (che non può essere però paragonato alla liquidità dell'acqua; la massa diventa più viscosa). Il movimento della vite aumenta la pressione. Non appena la pressione necessaria alla produzione viene raggiunta, il materiale viene iniettato nello stampo nel gruppo di chiusura.
 
Lo stampo solitamente è in acciaio ed è diviso in due parti. Una parte è installata su una piastra di montaggio fissa, e l'altra si trova sulla piastra di montaggio mobile. Quando entrambe le parti si uniscono, all'interno viene a crearsi uno spazio vuoto, la cosiddetta cavità. Dall'unità di iniezione, il materiale viene quindi introdotto in questo spazio vuoto tramite un ugello presente sulla piastra di montaggio. La pressione della vite dovrebbe riempire completamente la cavità. In questo caso la velocità di iniezione è importante, in quanto determina il modo in cui il materiale si distribuisce nello stampo; in definitiva non dovrebbe rimanere alcuno spazio vuoto. Una volta raggiunto il punto di sigillatura, il gruppo di chiusura blocca il flusso del materiale verso lo stampo, all'interno del quale il materiale inizia quindi a raffreddarsi. In seguito lo stampo viene aperto, e le parti in plastica completate possono essere rimosse. Oltre alla parte stampata a iniezione vera e propria, cioè la forma che la parte in plastica deve assumere, è presente anche il colame. Questa è la parte che "sporge" perché il materiale liquido deve entrare nello stampo attraverso un'apertura. Questa parte sporgente viene rimossa alla fine da un raccoglitore di colame.
 
A seconda dell'entità della produzione e del grado di automazione, le macchine per lo per stampaggio a iniezione possono avere dimensioni che variano notevolmente. Ci sono macchine per lo stampaggio a iniezione che devono essere riempite con i granuli manualmente, e macchine che aspirano il materiale da grandi contenitori attraverso un sistema di tubi.
Ci sono anche macchine in cui il personale rimuove dallo stampo le parti in plastica completate, e altre in cui esse vengono prelevate automaticamente con delle pinze e trasportate oltre tramite sistemi trasportatori.

Il vantaggio di igus® per la macchina per stampaggio a iniezione

I cavi di controllo, i servocavi e i cavi motore chainflex®, nonché i tubi idraulici sono adatti per il sistema di alimentazione della macchina. Nel gruppo di chiusura ad esempio, si verifica un movimento relativamente frequente con un tempo di ciclo ridotto. La particolare struttura dei cavi chainflex®, dotati di struttura interna pressacavi, la cordatura a fascio e il rivestimento esterno estruso a pressione in materiali quali PVC e TPE, li rende ideali per requisiti altamente dinamici.
I movimenti dei cavi nella macchina possono essere guidati in modo sicuro con i sistemi per catene portacavi igus®. Le corse sono prevalentemente brevi movimenti orizzontali. Per sostenere queste corse si possono usare le catene portacavi. In base alla natura della macchina sono possibili diverse disposizioni della catena portacavi, ad esempio con montaggio laterale o non supportata. Le catene portacavi hanno una lunga durata d'esercizio, pertanto è possibile aspettarsi elevati tempi di mantenimento.
La struttura flessibile e la facile installazione permettono di adattare il riempimento della catena portacavi in qualunque momento, in caso si rendano necessarie delle modifiche alla macchina.
 
Esistono inoltre varie possibilità di impiego nella macchina per lo stampaggio a iniezione della plastica: i sistemi per catene portacavi igus® possono essere usati anche per la fornitura del materiale e la rimozione delle parti stampate completate, del colame e degli stampi.
 
I cuscinetti igus® possono essere installati anche con guide lineari drylin®. Le porte di sicurezza del gruppo di chiusura, ad esempio, possono essere guidate con la leggera combinazione binario-pattino esente da lubrificazione.
 
Tenete presente che anche la maggior parte dei prodotti igus® è realizzata mediante macchine per stampaggio a iniezione.

Prodotti da utilizzare in macchine per stampaggio a iniezione

Catene Portacavi

Protezione per cavi e tubi

Ampie lunghezze non supportate o elevati carichi aggiuntivi possibili

Elevate forze di trazione

Assemblaggio facile mediante la rapida apertura e separazione dei giunti

Bassa usura mediante polimeri igus® appositamente ottimizzati

Stabili barre trasversali arrotondate proteggi-cavi

Kit per la separazione interna per una maggiore durata d'esercizio

Vasta gamma di prodotti utilizzabile per quasi tutte le applicazioni e materiali speciali per particolari aree di applicazione

Disponibile a magazzino con molti accessori

Cavo

Oltre 950 tipi di cavi a magazzino

Senza minimo d'ordine

Senza costi di taglio

Struttura speciale per il movimento in catene portacavi

Diversi materiali di rivestimento

guide lineari

Ottimale utilizzo dello spazio

Nessuna necessità di lubrificazione

Lamine di scorrimento in plastica sostituibili

Leggero, autolubrificante e resistente alla corrosione

Tipici prodotti igus® in macchine per stampaggio a iniezione

Applicazioni cliente già implementate

Macchina per stampaggio a iniezione

Pivot arm in injection-molding machines mounted with plastic plain bearings: With the simple plug-in installation and the adjustable collar, it was possible to abandon the highly complex bonding mechanism.

Macchina per stampaggio a iniezione    

Injection moulding tool

Thee-chain® was installed on an injection moulding tool so thatno additional space is necessary in horizontal direction forthe unreeling movement.

Injection moulding tool    

Injection molding machine

drylin® copes with long distances and offers a high cost reduction.

Injection molding machine    

Impianto di lavaggio a colonna

The bearings have been installed about a year ago and since then operate free of troubles in the manufacturing.

Impianto di lavaggio a colonna    
Trova qui altri esempi applicativi

State cercando esempi di applicazioni per un certo settore industriale?
Qui potrete trovare esempi di applicazioni dei nostri clienti e selezionarli secondo le vs. esigenze

Settore:
Esempi applicativi / Soluzioni e vantaggi:
Area dei prodotti:


igus® S.r.l. con socio unico
Sede legale e operativa: Via delle Rovedine, 4 – 23899 Robbiate (LC)
CF e P.IVA: 02335500969 – REA LC n.279672